home page

I PADRI SACRAMENTINI


La "Congregazione del Santissimo Sacramento" (detta comunemente dei "Padri Sacramentini" ) è un istituto religioso di diritto pontificio fondato da san Pier Giuliano Eymard.
Pier Giuliano Eymard nasce a La Mure d'Isére, presso Grenoble (Francia) il 5 febbraio 1811. Ordinato prete a 23 anni, dopo alcuni anni di esperienza parrocchiale, preso da un forte sentimento per la missione, si fa religioso marista. Nel 1856 fonda a Parigi la "Congregazione del SS. mo Sacramento" e in seguito il ramo femminile delle "Ancelle del SS.mo Sacramento". Muore nello stesso paese di La Mure il 1 agosto 1868. Egli stesso si è definito: "un po' come Giacobbe, sempre in cammino".


San Pier Giuliano Eymard

Pier Giuliano Eymard vive nella Francia del dopo rivoluzione. La sua infanzia è segnata da molti lutti familiari e da una educazione religiosa severa, con forti tinte gianseniste, dove il timore e la paura dei castighi di Dio nascondevano la ricchezza del vangelo. Si renderà conto che tutto questo non è giusto e che bisogna fare una rivoluzione dentro le coscienze dei cristiani e anche nello stile di predicazione della chiesa.
Mentre è vice-parroco a Chatte, p. Eymard va a pregare presso un calvario poco distante. Qui i! mistero della Passione gli è rivelato come mistero d'amore e di dono. Dio è amore, quindi bisogna vedere tutte le cose a partire dall'amore di Dio per l'uomo. A Lione, per la festa dei Corpus Domini, viene incaricato di portare ti SS. Sacramento nella processione della parrocchia di S. Paolo. Egli racconterà poi così quell'esperienza spirituale: "La mia anima si è trovata bene. Sono stato penetrato dalla fede e dall'amore di Gesù nel SS.mo Sacramento". A partire da questa esperienza, egli decide di "portare tutti alla conoscenza e all'amore di nostro Signore, e di non predicare che Gesù Cristo Eucaristico".
Nel santuario di Fourvière, sopra Lione, nel 1851, mentre sta pregando, il p. Eymard rimane particolarmente impressionato dal pensiero dell'abbandono spirituale dei preti secolari e della scarsa formazione spirituale dei laici.
A La Seyne, durante un ringraziamento dopo la Messa, percepisce una nuova chiamata. In seguito, scriverà cosi al riguardo: "Dio mi ha condotto in modo graduale alla sua società. Me ne ha mostrato per parti i sacrifici. Infine, a La Seyne me li ha mandati tutti, fino alla separazione, fino alla croce, fino all'abbandono". Così egli intuisce che la risposta agli impellenti bisogni spirituali del suo tempo, si può trovare solo nell'Eucaristia! Egli vede nella Eucaristia e nel primato dell'amore l'elemento di forza anche per i bisogni della società del suo tempo. Sarà la sua idea-forza.
Quando nei 1856, in una zona malfamata della periferia di Parigi, si costituisce la prima comunità sacramentina, il p. Eymard, il p. De Cuers e i primi confratelli si dedicano, oltre che all'adorazione del SS.mo Sacramento, anche ad alcune opere specifiche. In particolare organizzano l'opera della Prima Comunione degli Adulti (per preparare gli adulti alla Messa di Prima Comunione, sostenendoli anche economicamente. Iniziano anche l'Aggregazione di laici e sacerdoti associati al culto dell'Eucaristia. Il P. Eymard vive e lavora particolarmente per la catechesi ai poveri e agli operai delle periferie delle grosse città francesi.

I Padri Sacramentini, nella fedeltà alle proposte del p. Eymard, ispirano la loro spiritualità e la loro forma di vita all'Eucaristia: un'Eucaristia celebrata nella verità e interiorizzata in una preghiera di adorazione e di contemplazione. Il loro ideale, viene così espresso nella Regola di Vita, : "Riuniti nel nome del Signore, siamo chiamati a vivere nella Chiesa come fratelli. Nostro ideale è vivere pienamente il mistero dell'Eucaristia e rivelarne il significato".
La loro missione è di rispondere alle esigenze degli uomini partendo dalie ricchezze dell'amore di Dio manifestato nell'Eucaristia. Questa missione si esprime con attività varie:
- il servizio della Parola, l'annuncio del Vangelo e la catechesi;
- Il rinnovamento della liturgia; il servizio nelle parrocchie e l'assistenza alle comunità ecclesiali;
- l'animazione dei centri di preghiera, di spiritualità e di formazione eucaristica;
- la proposta di partecipazione dei sacerdoti e dei laici alla loro missione attraverso opere associative;
- l'utilizzo della stampa e di altri mezzi di comunicazione sociale.
- la collaborazione all'organizzazione dei Congressi Eucaristici internazionali, nazionali e
diocesani.
La Congregazione opera in tutti i cinque continenti e conta, attualmente, circa 950 membri
distribuiti in circa 140 comunità.

Lo spirito missionario di San Pier Giuliano Eymard


Ancor prima di divenire fondatore della Congregazione dei religiosi e delle ancelle del SS. mo Sacramento, p. Eymard aveva sognato le missioni. Secondo la testimonianza di mons. Chaterousse, vicario generale di Grenoble: "// suo pensiero fisso era di involarsi nelle missioni all'estero, se la salute glielo avesse permesso". Una volta entrato nella congregazione dei Maristi, l'ideale missionario continua. Ecco alcune sue affermazioni: "Oh Maria, Vi amerò sempre di più; Vi farò amare e piaccia a Vostro Figlio che io sia il primo martire marista". " Voi eravate convinte che il mio intento fosse partire per le missioni. Se avessi la salute necessaria ne piangerei di felicità, ma non spingo la mia ambizione fino a quel punto".

Quando fonda la Congregazione del SS.mo Sacramento è sempre la spinta missionaria che lo anima. All'Arcivescovo di Parigi che gli obiettava che la nuova congregazione era semplicemente contemplativa, egli rispose con ardore: "Non si tratta di una società puramente contemplativa. Certo, noi adoriamo, ma vogliamo anche fare adorare". Durante il ritiro di Roma (1865) scrive: "Essere gli arcangeli della sua regalità eucaristica, partire quando egli ci invia a trasmettere una grazia, ad accendere un nuovo focolare, a erigergli un trono, a conquistargli un nuovo regno: quale sublime missione!.

P. Eymard ha varcato i confini della Francia solamente per recarsi in Italia e in Belgio, ma i suoi figli ben presto si sono diffusi in tutto il mondo. Nel 1890 la congregazione esce dall'Europa per fondare una comunità a Montreal in Canada; seguirà la fondazione di New York nel 1900. Nel 1903 è la volta dell'America Latina con la fondazione di Buenos Aires in Argentina, seguita da fondazioni in Cile, Brasile, Uruguay, Venezuela, Colombia e Perù. In Africa la prima comunità che nasce è in Mozambico (1948). Altre ne seguiranno nel Congo (1957) nell'attuale Repubblica Democratica del Congo (ex Zaire), in Senegal e in Uganda. L'Australia è costituita "Provincia" nel 1955. Anche l'Asia apre le porte nel 1955 con Manila nelle Filippine e con Colombo nello Sry-Lanka. Nel 1964 una comunità si stabilisce a Bombay, in India. Infine, nel 1970, un gruppo di religiosi vietnamiti fonda una comunità vicino a Saigon.

Oggi si può affermare che il sogno del p. Eymard di "portare il fuoco della Eucaristia ai quattro angoli della terra" si è avverato.

torna alla pagina precedente