COMUNITÀ DELLA REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO

Mont-Ngafula

Filosofato e Centro di Spiritualità

Mont-Ngafula è la denominazione di uno dei numerosissimi quartieri di Kinshasa, la capitale della Repubblica Democratica del Congo ed è anche il nome di un’altura sovrastante Kinshasa, dalla quale si può contemplare la città, l’aereoporto di N’djli, il maestoso fiume Congo e residenza dei Coloni Belgi negli anni passati.
Su questa collina, da diversi anni, hanno preso posto numerose Congregazioni religiose femminili e maschili, tra le quali anche la Congregazione del SS.mo Sacramento. Tutte queste presenze hanno una caratteristica comune: quella di essere case di formazione per ragazze e giovani aspiranti alla vita religiosa provenienti da vari paesi dell’Africa. 
Mont-Ngafula dunque, proprio perché luogo d’incontro di culture diverse, è anche luogo privilegiato dove, attraverso i rapporti tra le varie persone, le molteplici spiritualità si arricchiscono vicendevolmente.
A Mont-Ngafula i religiosi sacramentini si sono stabiliti nel 1993.
L’unica comunità, si compone di due nuclei diversi: lo Studentato filosofico (foto 1) e il Centro eucaristico (foto 2-3-4).

Grazie all’aiuto economico giunto dall’Italia e al lavoro dei religiosi italiani e autoctoni “in loco”, lo Studentato filosofico si è potuto dotare di un nuovo edificio capace di accogliere ventidue giovani aspiranti alla vita religiosa-sacerdotale sacramentina. La vita di questi giovani (foto 5) è ritmata dallo studio, dalla preghiera e dal lavoro manuale. Da questo seminario filosofico si attendono religiosi e sacerdoti sacramentini che diffondano in Africa lo spirito Eucaristico del fondatore, San Pier Giuliano Eymard.

Il Centro Eucaristico invece è una struttura distinta che opera da circa dieci anni negli ambienti lasciati liberi dallo Studentato e dopo un ampliamento dei locali si è potuto incominciare ad accogliere sacerdoti, religiosi e laici per giornate di ritiro e incontri di formazione caratterizzati dal carisma eucaristico proprio dell’istituto. Il direttore del Centro Eucaristico, coadiuvato dai confratelli e da una équipe di laici, assicura in particolare la formazione dei ministri straordinari della Eucaristia. Con questa stessa équipe si è creato anche un “servizio eucaristico diocesano” che intende promuovere nelle 180 parrocchie della Diocesi la preghiera davanti alla Eucaristia.

© 2017 Missioni Sacramentine